Convegno Centenario Scautismo Cattolico – Giorno 1

Il Cardinale Angelo Bagnasco ha aperto il Convegno sul centenario dello Scautismo Cattolico, quasi 300 capi, di cui 13 marchigiani, accorsi ad Assisi per riflettere sul nostro essere educatori e testimoni di Cristo.

Tante le riflessioni e provocazioni che il Cardinale  ha lanciato durante la sua Lectio Divina nel duomo di San Rufino. “Davanti ai nostri ragazzi, dobbiamo prima di tutto chiederci ‘Chi sono io?’, solo poi possiamo chiederci cosa fare, la volontà educativa richiede infatti una forte solidità umana!”. Bagnasco ha invitato i presenti ad essere capaci di distinguere ciò che è vero da ciò che è falso, riconoscere ciò che è sostanza da ciò che è vanità, luccichio ed apparenza.

“La calda Luce di Cristo” – ha aggiunto – “da’ forma, sostanza e bellezza alle cose e alla nostra vita!”.

Non sono mancate le riflessioni sul nostro essere Chiesa: “la Fede è un incontro personale, Lui ci ha chiamati per nome, ci ha stretto nel palmo della Sua mano, ma la Fede non può prescindere dalla Chiesa, perché Lui ha voluto così! Non solo il mio gruppo o la mia comunità, ma tutta la Chiesa!”

Prima tavola rotonda del convegno “Essere cattolici nella società ed educatori nella Chiesa nazionale e locale”, relatori Mons. Antonio Napolioni, Dott.sa Serena Noceti e il Prof. Silvano Petrosino.

Ad aprire il confronto il “nostro” Don Antonio, sin da subito provocatorio, ricordando a tutti che non bastano i campi bibbia, ma quello a cui dobbiamo tendere è una Vita Vangelo.

“Il dramma del nostro tempo è la frattura tra spiritualità e vita, spesso nelle nostre attività c’è troppa catechesi e poca evangelizzazione.”

“Siamo Chiesa, ma non so quanto siamo cristiani”- ha aggiunto Don Antonio – è facile dire ‘vado a scout’, ‘ vado alla GMG’ o ‘vado alla scuola cattolica’, molto più difficile è ESSERE tutto questo.”

Serena Noceti, docente di teologia sistematica all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Firenze, ha parlato del nostro ruolo di laici nella Chiesa. “La nostra parola di laici è unica e custodisce il nostro essere Chiesa nel mondo e per il mondo. Viviamo nel tempo della gratificazione istantanea e anche la nostra Fede soffre di questo, dobbiamo tornare all’essenziale della Fede Cristiana!”

Parlando della nostra associazione ha aggiunto: “la vostra scelta di DIARCHIA è molto importante ed è una cosa che ho sempre apprezzato.”

Silvano Petrosino, docente presso l’Università Cattolica di Milano di Teorie della Comunicazione e Antropologia religiosa e media, provocatorio e sagace ha coinvolto i capi con provocazioni e battute. “Il ruolo del cattolico oggi (come ieri) è rendere ragione della propria Fede.”

Prima di chiudere i lavori, Serena Noceti ci ha invitato ad educare i nostri ragazzi alla Speranza, al Futuro e ad essere sempre “non ancora”, quindi sempre alla ricerca di qualcosa, senza mai accontentarsi.

 

Potete ascoltare la canzone del convegno qui

Programma completo convegno

 

No Replies to "Convegno Centenario Scautismo Cattolico - Giorno 1"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.

    4 × due =

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    I commenti sono moderati.
    La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
    La moderazione non è immediata.